A SCUOLA TRA GLI ALBERI: percorsi di Outdoor Education

Il progetto è stato presentato e realizzato dalla Nove Rose Soc. Coop. Sociale ONLUS gruppo di esperti ed operatori nell’ambito sociale, educativo e culturale.

La Cooperativa si è avvalsa di profili professionali adeguati alle mansioni previste dalla proposta, appartenenti all’organico dei partner di progetto, ovvero:

-la Soc.Coop META a.r.l , accreditato come CEAS Oasi Bosco Faggeto di Moliterno PZ.

– l’Associazione “ Il Piccolo Nido di Ilaria” di Tramutola PZ, filiale de “ Il Piccolo Nido di…” di Tito (PZ) gruppo di esperti ed operatori nell’ambito educativo.

Il progetto proposto è stato suddiviso in moduli, finalizzati a promuovere nei bambini una più accurata conoscenza del mondo legato alla flora e alla fauna e della sua importanza, insegnando loro a valorizzare la Natura come fonte di vita e risorsa, nonché come spunto di riflessione della vita di relazione.

Il progetto è stato svolto attraverso attività non formali, laboratori teatrali e laboratori sensoriali: uno spazio in cui apprendere divertendosi, grazie alla professionalità di educatori e animatori, che hanno operato seguendo i principi e le metodologie del progetto educativo che ne sta alla base ovvero l’Outdoor education.

RISULTATI OTTENUTI

I risultati ottenuto hanno rispecchiato le aspettative degli organizzatori e, per certi versi, superandole. I destinatari finali del progetto erano bambini dai 3 agli 11 anni, con un numero previsto di oltre 40. In effetti, la partecipazione è stata più numerosa, soprattutto a Moliterno. Questo, probabilmente, perchè sul territorio si opera da più tempo nell’ottica dell’Outdoor education e le famiglie sono più abituate a far partecipare i propri figli ad iniziative del genere.

Ad ogni modo, il progetto è stato accolto con grande entusiasmo, sia dai piccoli che dai grandi, rappresentando uno spazio “delle relazioni ”, in cui i bambini hanno potuto esprimere le emozioni, spesso imprigionate all’interno di rigidi schemi dettati dagli adulti, e interagire nel rispetto degli altri e dell’ambiente che li circonda.

I risultati ottenuti rispetto alla situazione di partenza sono:

La creazione di una rete in cui sono coinvolti tutti i soggetti interessati a sperimentare strumenti,attività e metodologie che riguardano l’incentivazione del rapporto educativo quotidiano tra bambini e natura. Si è formata e consolidata una rete tra i partner di progetto, che è già operativa su altri progetti in itinere

L’elaborazione e la diffusione della conoscenza dei vantaggi comportati dal contatto diretto e

prolungato con la natura per la crescita dei bambini e per il loro benessere fisico e psichico.

Si è formata e divulgata una coscienza ecologica che ha riguardato tutti i partecipanti al progetto e le famiglie di appartenenza, avviando una riflessione sulle modalità di impiego del tempo libero dei propri figli, sperimentando i molteplici i benefici per lo sviluppo psicofisico di bambini e ragazzi,derivati dal contatto diretto con la natura.

La rielaborazione dei principi della pedagogia del bosco per il loro adattamento ai contesti

ambientali e alle situazioni concrete in cui si è lavorato di volta in volta.

Il bosco è diventato un’ “aula didattica” in cui si ha maggiore possibilità di muoversi, permettendo di combattere la sedentarietà, di prevenire l’obesità e di sviluppare maggiori abilità motorie e di coordinamento.

L’assenza di spazi studiati e di giochi certificati, i laboratori naturali ( sensoriali, utilizzando materiale naturale reperito in loco, come foglie, rami, piume, ecc.) per migliorare l’immaginazione e la creatività, la libertà di movimento e di espressione per rinforzare le abilità emotive, hanno rappresentato le attività principali della “ Scuola tra gli Alberi” rendendo i bambini più felici e sereni.

L’avvio di un processo per lo sviluppo di uno spazio permanente che persegua i principi su cui il progetto si fonda.

Dall’esperienza fatta attraverso il progetto “ A scuola tra gli Alberi” si è dato avvio all’idea di creare “uno spazio di outdoor education” ripetibile, per il momento annualmente, nei territori di riferimento del progetto

 

Dona Giocattoli Regala Sorrisi 2018

 

La Nove Rose Cooperativa Sociale Onlus in collaborazione con il Centro di Aggregazione giovanile CIF in Loc.Rosa di Lauria , organizza un pomeriggio dedicato ai SORRISI DI TUTTI I BAMBINI!

Ci sarà una raccolta di giocattoli “usati e non” che saranno donati ai bambini della “Casa delle Stelle” di Latronico, il rifugio che accoglie donne che fuggono da realtà drammatiche, sia per loro che per i propri figli, bambini che hanno bisogno di trovare un clima sereno e favorevole alla loro crescita.
Per questo motivo la NOVE ROSE Cooperativa Sociale Onlus in questa occasione e per tutto il periodo festivo, organizza punti di raccolta di “giocattoli”, perchè anche questi sono necessari affiché ogni bambino che arriverà alla ” Casa delle Stelle”, possa trovare un ambiente accogliente e consono alla propria età.

Il pomeriggio proseguirà con la Presentazione del Libro per bambini ” Le Avventure di Sciurus”, prima edizione, scritto e illustrato dalla Nove Rose Cooperativa Sociale ONLUS.
Si concluderà con dolci merende e Tombolata, a cura del Centro di Aggregazione Giovanile CIF.

 

L’iniziativa si ripeterà il 28 Gennaio a Maratea.

Presentazione del libro: Le Avventure di Sciurus

Sabato 9 dicembre ad Episcopia (PZ) e Domenica 10 ad Agromonte Mileo Latronico (PZ),  la Cooperativa Nove Rose presenterà il suo primo progetto editoriale dedicato alla narrativa per bambini: “Le Avventure di Sciurus”.

Sciurus è un piccolo scoiattolo nero del territorio del Pollino che vive una vita tranquilla o quasi, assieme a tutti i suoi amichetti animali e piantine del bosco.

Sciurus invita tutti i bambini che vorranno conoscerlo alle ore 18:00 presso il Convento di S.Antonio ad Episcopia e alle ore 16:00 presso il Bar Rio di Agromonte di Latronico.

LE AVVENTURE DI SCIURUS

Collana di Narrativa per Bambini

Progetto : NOVE ROSE Coop.Sociale ONLUS

CREGED Editore

 

La Collana di Libri per bambini “Le Avventure di Sciurus” nasce ispirandosi allo scoiattolo nero, appartenente alla specie “sciurus meridionalis”, catalogata come “nuova”, endemica dei territori lucani e calabresi, specificatamente del Parco Pollino. Non che non se ne conoscesse l’esistenza, ma fino a qualche tempo fa si pensava che fosse una sottospecie del più comune scoiattolo rosso. Purtroppo, le attività umane, l’abbattimento dei boschi e, più recentemente  la presenza di altre specie di scoiattoli,  hanno già messo a rischio la sopravvivenza del piccolo animaletto.

 Nel libro sarà proprio lo scoiattolo nero, il nostro amico Sciurus, a farci  scoprire il mondo dove vive, immerso in una realtà che si intreccia con la fantasia. Oltre ad essere una guida nella Natura incontaminata, Sciurus sarà anche un motivatore, un riferimento positivo  non solo per i piccoli ma anche per i grandi. Portatore di buone pratiche, ci insegnerà  il valore del rispetto per la Natura e per le creature che ne fanno parte.

Esempio positivo di forza e tenacia, sarà un esempio  ed un motivatore per tutti i suoi “amici”: ricci, salamandre dagli occhiali, picchi, cuculi e tanti altri “abitanti del bosco”  che  Sciurus presenterà e farà riscoprire, tra un avventura e un’altra, con occhi diversi.

Il Bosco di Sciurus 2017-Monte Alpi

 

In occasione della FESTA DEL MONTE ALPI, organizzata dall’Associazione XALPI SUD, la COOPERATIVA NOVE ROSE è lieta di presentare : IL BOSCO DI SCIURUS. Il progetto si svolgerà Domenica 30 Luglio, a partire dalle ore 11:00 fino a fine giornata.
Una serie di percorsi strutturati ed articolati in laboratori didattici, laboratori creativi e sensoriali; letture animate ispirate alle storie del Bosco; riconoscimento di piante spontanee, a cura di esperti del settore ed ancora …racconti tra Miti , Leggende e Realtà del Bosco.
MA CHI E’ SCIURUS? 
SCIURUS è uno scoiattolo appartenente alla specie “sciurus meridionalis”, catalogata solo recentemente come “nuova”, endemica dei territori lucani e calabresi, specificatamente del Parco Pollino.
Il BOSCO DI SCIURUS avrà come protagonista proprio il piccolo scoiattolo meridionale che sarà un esempio di positività, di forza e tenacia (presente solo in Basilicata e in Calabria e sopravvissuto fino ad oggi, nonostante la perdita di habitat e la competizione con altre specie); esempio di amore e rispetto per il proprio territorio e la Natura, Sciurus è un motivatore, che spinge a credere in se stessi e alle proprie capacità. Una figura propositiva che rappresenterà un modello di positività per tutti i partecipanti del progetto.